Lavaggio auto: dritti al punto

Noi sosteniamo sempre che due cose rovinano l'estetica dell' auto: l'utilizzo nel tempo - collegabile al fenomeno di usura ed invecchiamento - ed i lavaggi sbagliati. Per il primo problema basterà uno dei nostri trattamenti per auto nuove ed usate, ma prima di addentrarsi in questo mondo, è bene fare un piccolo passo indietro e partire proprio dal lavaggio, ovvero come faremo la manutenzione estetica della nostra auto!

Per noi di Carkult che vogliamo creare una vera e propria cultura dell' auto sempre impeccabile, la questione del lavaggio inteso come mantenimento è assolutamente un punto cruciale, su cui stiamo lavorando in maniera molto impegnativa.

Proprio come c'è più di un modo per cucinare un uovo, ci sono molte tipologie di lavaggio dell'auto, diverse tra di loro. Ognuna ha una propria serie di vantaggi e svantaggi, non sempre così chiari. Ecco perché siamo qui per analizzare ogni metodo di pulizia per aiutarti a navigare nella parte più importante della cura dell'auto, perchè a fronte di un importante lavoro svolto di lucidatura e nanotech, può bastare un lavaggio errato per rovinare quel magnifico risultato raggiunto.

Abbiamo riflettuto a fondo e trovato in tutto 7... + 1 metodi per il lavaggio della tua auto. Quale è il migliore? ed il peggiore? Per il nostro personalissimo punto di vista, abbiamo classificato questi modi e partiremo dall'ultimo (il peggiore) fino al migliore.

Potremmo partire direttamente dal migliore e toglierci il pensiero, ma no, come tante altre cose nella vita il meglio possibile non è l'unica opzione possibile. A volte dobbiamo cedere a dei compromessi.

Puoi segnalarci qualche ulteriore modo se ne trovi, ma considera che ne abbiamo viste e sentite veramente di tutti i colori (incluso l' utilizzo del detersivo Svelto piatti, la crema nutriente Nivea per gli interni in pelle e le spugnette verdi per lavare le pentole) e quindi se non è un metodo diffuso non è inserito in questa lista, e se non è diffuso probabilmente è perchè - indipendentemente da quanto ti sembrerà ingegnoso - rovina tantissimo la tua finitura. E non ne vale la pena.

Let's Go!

Metodo #8: Il lavaggio automatico

La maglia nera va a loro. E no, stavolta gli ultimi non saranno i primi.

I lavaggi automatici, noti anche come lavaggi a "gettoni" o "portali", generalmente comportano la guida del veicolo su un nastro trasportatore attraversando una serie di rulli / spazzoloni e soffiatori. Anche se i portali di ultima generazione sono molto migliorati rispetto al passato, le setole ruvide di queste spazzole, per quanto possano essere morbide, e per quanto il gestore possa preoccuparsi della manutenzione, sono spesso contaminate dallo sporco abrasivo proveniente dai veicoli precedenti. Se prima di te è passato un fuoristrada che ha fatto off road, capirai cosa succederà alla povera malcapitata.

Molto spesso utilizzano anche prodotti chimici molto aggressivi per la pulizia che arrivano persino ad opacizzare la vernice, sbiadire il colore e portare al cedimento del trasparente nel tempo. Allora perché qualcuno dovrebbe scegliere uno di questi lavaggi? Semplice: sono economici e non richiedono molto tempo, il che li rende di gran lunga il tipo di lavaggio più popolare, solo per pura comodità. La maggior parte delle persone non sa o non si preoccupa di quanto gravemente stia danneggiando la finitura, anche in maniera irrimediabile.

PRO
- E' il più economico...
- ...ed anche il più veloce

CONTRO
- Graffia pesantemente la vernice
- Le chimiche aggressive possono danneggiare le superfici
- Potrebbe non pulire in maniera omogenea, lasciando delle aree ancora sporche o striate

Metodo #7: Il lavaggio Brushless (automatico senza spazzole)

Un lavaggio "brushless" è un tipo di lavaggio automatico che però utilizza nei suoi macchinari delle strisce formate da un tessuto morbido che "accarezzano" la carrozzeria al posto delle setole delle spazzole. Potresti pensare che risolva il problema delle setole abrasive che rovinano la tua finitura, ma un panno contaminato può graffiare tanto quanto una setola. Lo sporco lasciato dalle decine di auto che sono arrivate prima di te, rovinerà ancora una volta la tua vernice. Inoltre, questi lavaggi potrebbero utilizzare le stesse sostanze chimiche aggressive che abbiamo menzionato sopra. Alla fine, per il lavaggio Brushless si tratta soprattutto di marketing da parte dei produttori dei portali stessi.

I PRO ed i CONTRO sono sostanzialmente gli stessi del lavaggio automatico a rulli.

Tutti gli altri metodi che andremo a spiegare sono via via più sicuri, meno veloci e meno economici, e sono dei tentativi di avvicinarci al risultato di un lavaggio a mano, quando però non puoi effettuarne uno. Andiamo avanti!

Metodo #6: Il lavaggio Waterless (senza acqua)

Il lavaggio Waterless a secco utilizza solo un prodotto in bottiglia spray e diversi panni a pelo lungo in microfibra. Basta semplicemente spruzzare sulla superficie il prodotto Waterless, che agirà per sollevare lo sporco e lubrificare la zona, per poi pulire con il panno in microfibra. Quando la faccia del panno è eccessivamente contaminata, basterà piegarlo e lavorare con la parte pulita. Quando il panno è completamente saturo, lo sostituirai con uno pulito.

Il prodotto non generando schiuma non necessita del risciacquo, quindi le persone usano il Waterless per una serie di motivi: non hanno lo spazio per attrezzare un lavaggio a mano, non hanno accesso alla rete idrica, o magari perchè sono in viaggio.

Fondamentalmente, è un'opzione di ultima spiaggia. Perché? Bene, i lavaggi senz'acqua non sono ideali per rimuovere la sporcizia pesante. Faranno un lavoro rapido ed efficace sulle superfici appena impolverate, ma se sei appena tornato dalla gita fuori porta attraversando un sentiero fangoso, non avrai molto successo.
Un altro inconveniente è il rischio potenziale di graffiare. Sebbene i prodotti per il lavaggio senz'acqua siano formulati per lubrificare pesantemente la superficie, non si avvicinano completamente alla scorrevolezza di un lavaggio a mano schiumoso. In quanto tale, ci sono buone probabilità che tu raccolga e trascini qualche particella sulla vernice, finendo per segnarla.

PRO
- Richiede meno tempo rispetto agli altri tipi di lavaggio
- Può essere fatto con spazio limitatissimo
- Non richiede l'utilizzo di acqua
- E' economico: basta lo spray waterless e dei panni in microfibra, riutilizzabili centinaia di volte!

CONTRO
- C'è molta probabilità di graffiare la vernice
- Non è possibile rimuovere contaminazioni e sporco pesanti

Metodo #5: Il lavaggio Rinseless (senza risciacquo)

Un lavaggio Rinseless è diverso da un lavaggio Waterless. In un certo senso, è una sorta di ibrido tra un lavaggio a mano ed un lavaggio senz'acqua. Con un lavaggio senza risciacquo, prenderai una piccola quantità del tuo prodotto "rinseless" per il lavaggio senza risciacquo e lo mescolerai in uno o più secchi d'acqua proprio come faresti con uno shampoo tradizionale. Tuttavia, questo non produrrà alcun tipo di schiuma, ecco perché non è necessario risciacquare. Tutto quello che devi fare dopo aver lavato un'area è direttamente strofinare per asciugare.

I lavaggi senza risciacquo possono essere effettuati con guanti, spugne o panni in microfibra a pelo lungo, che vengono immersi nel secchio contenente acqua e soluzione rinseless. Questi panni vengono poi fatti scorrere delicatamente sulla carrozzeria. Potresti prima spruzzare sul pannello un prodotto per il prelavaggio per ottenere un risultato migliore. Infine puoi asciugare il pannello con un panno in microfibra per asciugatura, stavolta asciutto. Suggeriamo di lavorare al massimo su 2/3 pannelli per volta e poi ripetere questo passaggio sui pannelli successivi finchè tutto il tuo veicolo non è pulito.

Un metodo di lavaggio senza risciacquo tende ad essere preferito da coloro che sono soggetti a restrizione idrica o con spazio limitato, preoccupati anche dei graffi che potrebbe causare un lavaggio Waterless. Si graffia ancora più di un lavaggio a mano, ma molto meno di un waterless. Inoltre, anche con questo sistema non sarai in grado di rimuovere lo sporco pesante come potresti con un "Signor Lavaggio a Mano".

PRO
- Più veloce di un lavaggio a mano
- Si utilizza meno acqua di un lavaggio a mano
- Richiede meno attrezzatura di un lavaggio a mano
- Ancora una volta, basta uno spazio limitato (basta poter riuscire a girare attorno alla vettura!)
- Meno tendenza a graffiare rispetto al waterless

CONTRO
- Meno veloce di un Waterless
- Richiede più attrezzatura del Waterless
- Graffia più di un lavaggio a mano
- Non rimuove lo sporco come farebbe un lavaggio a mano

Metodo #4: Il lavaggio a vapore

Un' altra strada per il lavaggio è quello a vapore. In questo caso, il getto di vapore generato da un macchinario sostituisce l' acqua o qualsiasi altro prodotto.

La pulizia a vapore è sicura per qualsiasi tipo di auto, incluse storiche e super sportive, non è abrasivo ed il calore lavora bene per sciogliere lo sporco e le contaminazioni donando una notevole brillantezza.

Non utilizzando chimiche, è anche il tipo di lavaggio più "eco" del gruppo.

Nella pratica, dopo il getto di vapore, si utilizzano dei panni in microfibra per catturare lo sporco, in maniera simile al lavaggio a secco.

Un piccolo suggerimento potrebbe essere preparare la superficie al getto di vapore spruzzando un pò di soluzione Waterless / Rinseless per aumentare la scorrevolezza del panno, ma con un potere pulente superiore rispetto al solo passaggio a secco o rinseless.

PRO
- E' il miglior compromesso tra costi, velocità di esecuzione e sicurezza
- E' ecologico
- Potere pulente superiore a Waterless / Rinseless / Lavaggi automatici
- Consuma meno acqua del lavaggio a mano (fino al 90% in meno)
- Non utilizzando alcun tipo di chimiche, queste non possono rovinare le superfici

Come CONTRO abbiamo sempre gli stessi svantaggi che abbiamo già valutato con Waterless e Rinseless

Metodo #3: Il lavaggio Touchless (senza contatto)

Per noi, l'unica vera alternativa al lavaggio a mano.

Un lavaggio automatico "touchless" pulisce il tuo veicolo attraverso un portale che non utilizza setole o spazzole. Invece, l'intero lavaggio viene svolto con detergenti chimici, idropulitrici ed aria pressurizzata. Questo è l'unico vero lavaggio antigraffio perchè nulla strofinerà sulla tua vernice!
Sembra che risolva tutti i problemi di altri lavaggi automatici, giusto? Beh, non proprio. Hai ancora il problema delle sostanze chimiche aggressive da affrontare. Quindi, a meno che tu non voglia opacizzare la vernice o rischiare di rovinare il coating nanotech, assicurati di sapere in anticipo che tipo di sostanze chimiche stanno usando.

Tieni inoltre presente che i lavaggi brushless e i lavaggi touchless non sono la stessa cosa. Alcuni vedono la parola brushless "senza spazzole" e presumono che significhi "senza contatto". Non fare lo stesso errore! Fai sempre le tue ricerche in anticipo e assicurati di ottenere il giusto tipo di lavaggio.

PRO
- Più economico del lavaggio a mano
- Si fa rapidamente
- E' impossibile graffiare la vernice!

CONTRO
- Poco diffuso in Italia
- Il costo è superiore agli altri lavaggi automatici
- Hai ancora il problema dei detergenti aggressivi
- Senza azione meccanica, potrebbe lasciare delle aree ancora sporche o striate
- Non ha il livello di accuratezza di un lavaggio a mano

Metodo #2: Il lavaggio a mano.

Anche i bambini sanno che il lavaggio a mano accurato è il metodo più sicuro per lavare l'auto. Non ha certamente bisogno di presentazione, avrai una immagine chiaramente definita nella mente: Tu (come Fai-Da-Te) oppure l'operatore a cui hai scelto di affidare l'auto, l' effetto schiuma party con il sapone, un secchio, una spugna e tanto olio di gomito.

PRO
- Riduce al minimo il rischio di graffiare la vernice
- Va bene su qualsiasi livello di sporco, anche elevato
- E' il migliore per livello di accuratezza

CONTRO
- Richiede più tempo rispetto a tutti gli altri metodi
- Più costoso dei lavaggi automatici
- Richiede più attrezzature rispetto ad altri metodi
- Richiede molta acqua
- Difficile da fare con spazio limitato
- Difficile da fare a temperature più fredde o più calde
- Difficoltà nel trovare un operatore scrupoloso

Quando parliamo di sicurezza nel graffiare l'auto, diamo sempre per scontato che tutto debba essere realizzato a regola d'arte. I portali automatici dovrebbero essere di ultima generazione e con frequente manutenzione. Se scegli di usare Waterless / Rinseless / Vapore dovrai utilizzare tanti, tanti panni per pulire sempre la vernice con un lato pulito ed incontaminato. Molti automobilisti invece pagano il lavaggio a mano convinti che questo sarà totalmente sicuro per la loro auto, ed invece spesso è fatto in maniera rozza e superficiale. Ed ho visto personalmente negli autolavaggi utilizzare sulle auto spugne che poco prima erano cadute sul pavimento, o che erano state appena usate per la pulizia dei cerchioni.

Ora che abbiamo parlato dei 7 metodi per il lavaggio della tua auto, passiamo allo speciale +1, quello definitivo!

Metodo #1: Il lavaggio a mano "conservativo": il lavaggio di mantenimento secondo Carkult.

Ora, per un lavaggio "conservativo", ovvero che sia totalmente innocuo per la vernice, è necessario utilizzare una procedura a più fasi. Quella che abbiamo perfezionato nel nostro Studio nel corso degli anni si sviluppa in questo modo:

1. Pre-risciacquo (veicolo solo impolverato). Diamo per scontato che il veicolo sia stato "Carkult-izzato" con uno dei nostri rivestimenti nanotech protettivi, in questo caso lo sporco sarà solo appoggiato e basterà un primo colpo di idropulitrice per spazzare via il grosso delle contaminazioni.

2. In caso di veicolo mooooolto sporco, sceglierai un pre-lavaggio con lo shampoo e la avanzata lancia foam pressurizzata che ricopre la carrozzeria con una densa schiuma. Lascia agire il sapone sulla carrozzeria (l'auto non deve essere calda o esposta alla luce diretta del sole) per circa 5-10 minuti, in modo da dissolvere lo sporco in maniera approfondita. Risciacqua direttamente senza strofinare spugne, pad o guanti in questo primo passaggio.

3. Lavaggio con azione meccanica. Abbiamo appreso che se devi strofinare qualcosa sulla vernice, è meglio che questa sia quanto più pulita (ecco il motivo del pre-risciacquo e pre-lavaggio) e lubrificata possibile. Per questa ragione, diamo una mano di foam spruzzando il sapone direttamente sulla carrozzeria, piuttosto che versarlo all'interno di un secchio come fanno in tanti. E' lo stesso principio della schiuma da barba e del rasoio.

Lascia agire il sapone un paio di minuti, accarezza la vernice con il pad che hai scelto per il lavaggio, risciacquandolo frequentemente in uno o due secchi di acqua pulita.

4. Un altro aspetto importante della tecnica è l'uso della Grit Guard. Si tratta di una griglia da inserire nel secchio che stai usando per il risciacquo, in questo modo quando strofini su il pad da lavaggio, lo sporco sarà intrappolato al di sotto del livello, in modo da non essere ripescato e spostato nuovamente sulla vernice, causando i tipici graffi circolari più o meno profondi.

5. Risciacquo finale ed asciugatura.

Questo tipo di lavaggio richiede un bel po' di tempo, una varietà di attrezzature e, se lo fai fare da un professionista, un po' di soldi. Ma tra quanto è delicato per la finitura e quanto è accurato nell'eliminare la contaminazione pesante, è il tipo di autolavaggio più efficace che potrai scegliere.

Che tipologia di prodotti dovrei utilizzare?

Nonostante quello che potresti aver sentito, la vernice per auto può essere delicata e dovrebbe essere curata adeguatamente. Come detto in precedenza, non è appropriato usare detersivo per piatti o altri detergenti per la casa per lavare la tua auto. Questi prodotti chimici sono progettati per rimuovere i contaminanti aggressivi dalle superfici per pulire ripiani e stoviglie; sono troppo aggressive per la vernice di un'auto.

Usa solo prodotti dedicati sul tuo veicolo. Dovresti avere prodotti separati e specifici per lavare la tua auto, pulire le ruote, le gomme, il cruscotto, i sedili e la moquette. Tutte queste superfici richiedono prodotti chimici diversi che funzionano in modo diverso per ogni superficie.
Per quanto riguarda gli strumenti da utilizzare: non usare mai una spugna, tipo quelle consigliate per la pulizia personale! Detriti e contaminanti rimangono incastrati nella spugna e quando si applica pressione, è possibile graffiare la superficie. Un guanto di lana naturale non è una cattiva idea, funziona bene ma può essere difficile da pulire e tende a puzzare. Personalmente mi piace usare un morbido pad da lavaggio in cashmere sintetico. È durevole ed assorbe efficacemente i contaminanti senza il rischio che hanno le spugne.

Per quanto riguarda lo shampoo, il Ceramic Body Wash è il migliore che tu possa mai scegliere. Ha un pH bilanciato, un profumo meraviglioso, fa tantissima schiuma e soprattutto contiene del materiale solido ceramico nanotech al posto delle classiche cere. E' quindi la scelta definitiva per auto non ancora trattate o come mantenimento di un coating nanotech.

Quando si lava un'auto, la cosa migliore da fare è iniziare in alto e finire in basso. La maggior parte dei detriti della guida si trova nel terzo inferiore dell'auto e se inizi in basso, stai usando quel guanto di lavaggio sporco su tutto il resto dell'auto.

Ogni quanto tempo dovrei lavare l'auto?

È abbastanza facile essere d'accordo con il fatto che, come fare la doccia, dovrebbe essere rispettato un normale regime di lavaggio dell'auto. Consiglierei un autolavaggio ogni 2-4 settimane, andare oltre farà assestare i contaminanti come sporcizia stradale, resina ed escrementi di uccelli e potrebbero iniziare a macchiare le superfici. Il trasparente della vernice è pensato per assorbire parte di questi problemi, ma va comunque tenuto sotto controllo.

Spero che questo articolo sia stata piacevole ed esaustivo. Restiamo a tua disposizione per qualsiasi altra info, curiosità e per pianificare il prossimo lavaggio della tua auto! Richiedi un contatto.